Il metodo di stesa più antico nella cartomanzia napoletana : METODO A 25 CARTE.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il metodo di stesa più antico nella cartomanzia napoletana : METODO A 25 CARTE.

Messaggio  Asia77 il Mar 26 Lug 2011, 19:45

Salve a tutti.

Dopo aver finito di postare i significati generale delle 40 lame ,vi avevo promesso che avrei postato sul forum dei metodi di stesa.
In realtà avevo intenzione di postare metodi più semplici ed intuitivi ma ,alcuni di questi metodi sono comuni sul web,si trovano abbastanza facilmente per cui alla fine ,credo che sia più interessante per tutti noi,parlare dei metodi più antichi.

Sono due : METODO A 25 CARTE E METODO A 26 CARTE.

Molti li accomunano.
Per quanto mi riguarda sono profondamente diversi. Sia per il significato che attribuisco alle carte,sia per come le leggo.

Il METODO A 26 non lo tratterò quì sul forum,è troppo complesso.Per quel metodo ci vuole tanta pratica e soprattutto,visto che si legge in orizzontale,in verticale,in diagonale,la centrale e gli angoli,si fà la conta a serpentina e così via, diventerebbe impossibile da spiegare scrivendolo in una pagina internet.

Creerebbe solo confusione.

Il METODO A 25 è più semplice nella lettura e nei significati delle carte,che non sono quelli che ho postato in forum.
I significati,come vedrete si stravolgono,perchè si stravolge il mazzo.

Il mazzo di lame che abbiamo considerato fino ad ora,è composto da 40 carte. Nel METODO A 25 ,diventa appunto di 25 lame.

Allora...
Prediamo il mazzo,e dalle 40 carte ne dobbiamo togliere 15 : vanno tolti tutti i 4,tutti i 5,tutti i 6, e il 7 coppe,il 7 bastoni ed il 7 spade . Fra i 7 ,quindi resta nel mazzo, solo il 7 DENARI.

Una volta creato il mazzo siamo pronti.
La mescola delle carte è STRETTAMENTE PERSONALE.

Potete decidere di mescolare 7 volte o di mescolare fino a quando la vostra sensibilità lo stabilisce. Io personalmente prima di ogni mescola normale,ogni consulto,creo il caos con le carte sul tavolo,dopo di che procedo alla mescola col mazzo riunito in base a come mi sento.

Una differenza che IO faccio fra il metodo a 26 carte e quello a 25 carte è che nel metodo a 26 carte faccio sempre mescolare al consultante,quindi se la persona non è fisicamente presente non lo adotto mai, quello a 25 invece mescolo anche io se il consultante non è presente.


A questo punto le lame sono pronte per essere smazzate. Si smazza con la sinistra, da destra verso sinistra e si ricompone col mazzetto di destra su quello di sinistra.
Prima di ricomporre però,si guardano le due carte che sono venute fuori. Queste due carte sono fondamentali per capire se la lettura può essere effettuata.

Infatti,nel metodo a 25 la domanda non si pone MAI prima di avere guardato le due carte della smazzata.
Sono le carte della smazzata stessa che ci DEVONO dire in che campo il consultante vuole avere il consulto.
Se,ad esempio,le due carte parlano di lavoro,ed invece il consultante vuole sapere sull'amore allora vuol dire che si deve procedere nuovamente alla mescola.
Si può ripetere per tre volte,ma se le due carte della smazzata non coincidono per tre volte di seguito,con la domanda del consultante,allora vuol dire che si sono chiuse.
Il consulto non può essere fatto in quel momento,perchè non è dato sapere.
Una cosa è fondamentale capire,non sempre le carte vogliono essere lette così come non sempre il consultante è pronto per il consulto stesso.Sono regole queste da rispettare anche perchè altrimenti,il responso non sarebbe veritiero.


Fatto ciò,se anche la domanda coincide con le carte della smazzata,stendiamo tutte e 25 carte in questo modo:


1 2 3 4 5
6 7 8 9 10
11 12 13 14 15
16 17 18 19 20
21 22 23 24 25


Abbiamo ottenuto 5 file da 5 carte ciascuno,stese in sequenza da sinistra verso destra.

A questo punto si deve individuare il consultante/la consultante.
Come facciamo?

Quì sono fondamentali le date di nascita.

Per la donna entro i 40 anni di età la consultante sarà la DONNA DI SPADE.
Per la donna dopo i 40 anni di età la consultante sarà la DONNA DI COPPE.

Per l'uomo entro i 40 anni d'età il consultante sarà il RE DI BASTONI.
Per l'uomo dopo i 40 anni d'età il consultante sarà il RE DI COPPE.


Individuato il consultante,o cmq la persona per il quale stiamo facendo la stesa (spesso capita che la consultante chieda il consulto sul compagno,sull'amica,e così via...),
incomincia la lettura.

Riporto lo schema qui di seguito per aiutarvi a seguirmi meglio.Io personalmente do uno sguardo d'insieme leggendo inizialmente le file in orizzontale in questo modo:


1 2 3 4 5 (indicazioni avvenimenti del passato )
6 7 8 9 10 (indicazioni situazione attuale)
11 12 13 14 15 (indicazioni futuro imminente,generalemte entro paio di settimane)
16 17 18 19 20 (indicazioni futuro prossimo,generalmente entro un mese)
21 22 23 24 25 (indicazioni su quello che potrebbe essere in un futuro lontano)

Questa prima lettura ci permette di avere un quadro d'insieme generico. La risposta vera e propria alla domanda del consultante arriva però con la successiva lettura della cosiddetta conta a serpentina.
La conta a serpentina si fà invece in verticale,seguendo le colonne in senso antiorario,e partendo sempre dal consultante o dalla persona per la quale chiediamo il consulto,contando sempre di 9 carte in nove carte.

Vi faccio un esempio pratico sperando di essere il piu chiara possibile.
Facciamo finta che la consultante sia la carta numero 15.
Quindi mettiamo che la carta numero 15 sia la donna di spade,perchè la consultante è una donna di 32 anni.Comincio a contare dalla carta immediatamente dopo la donna di spade 9 carte e scelgo come prima carta del consulto proprio la nona carta.
Quindi dalla 15,che inizialmente non conto, arrivo alla 18 che sceglierò come prima carta da tenere in considerazione nel consulto. Guardate lo schema,ve lo spiego con i numeri:

1 2 3 4 5
6 7 8 9 10
11 12 13 14 15
16 17 18 19 20
21 22 23 24 25

15 che è il punto di partenza conto 9 carte così(10,5,24,19,14,9,4,23 e 18) = 18 prima carta del consulto.

Riparto dalla 18 e devo contare altre nove carte per ottenere la seconda carta utile,quindi dalla 18 arrivo alla 2 in questo modo:

(18,13,8,3,22,17,12,7 e 2) = 2 seconda carta del consulto.

Riparto dalla 2 e devo contare altre nove carte per ottenere la terza carta utile ,quindi dalla 2 arrivo alla 15 in questo modo :

(2,21,16,11,6,1,25,20 e 15) = 15 terza carta del consulto. La terza carta è sempre la consultante/il consultante infatti se ci fate caso abbiamo stabilito all'inizio che la donna di spade (la consultante ) era in posizione 15 nello schema della stesa.

Riparto dalla 15 e devo contare altre nove carte per ottenere la quarta carta utile,quindi dalla 15 arrivo alla 23 in questo modo :

(15,10,5,24,19,14,9,4, e 23) = 23 quarta del consulto.

Riparto dalla 23 e devo contare altre nove carte per ottenere la quinta carta utile,quindi dalla 23 arrivo alla 7 in questo modo:

(23,18,13,8,3,22,17,12 e 7) = 7 quinta carta del consulto.


A questo punto ho formato il primo gruppo di CINQUE carte che devo andare a leggere : 18 , 2 ,15 , 23 , 7.

Devo continuare a contare di nove in nove,partendo sempre dall'ultima carta del gruppo di CINQUE che ho individuato (in questo caso il 7 ) fino a quando non avro ottenuto 5 differenti gruppi di carte,ognuno composto da 5 carte.

Le carte vengono coinvolte tutte e nessuna si ripete mai. Per cui se vi ritrovate con ad esempio il cavallo di bastoni in due gruppi diversi avete sbagliato la conta.

Nell'esempio che vi ho portato,dopo aver finito,con la conta di nove in nove, dovete ottenere questo risultato:

-Prima cinquina di lame = 18 ,2 , 15 , 23 , 7 (che abbiamo appena trovato insieme).
-Seconda cinquina di lame = 20, 4 , 12 ,25 , 9.
-Terza cinquina di lame = 17 , 1 , 14 , 22, 6.
-Quarta cinquina di lame = 19 , 3 , 11 , 24 , 8.
-Quinta cinquina di lame = 16 , 5 , 13 , 21 , 10.


Questa è la disposizione completa della stesa che andremo a leggere attribuendo alle carte i seguenti significati :


RE DI COPPE: Un uomo di legge, un uomo giusto, un giudice, un giudizio, che giudica
RE DI BASTONE : Un uomo giovane, un uomo nel vigore degli anni, qualcosa di giovane.
RE DI DENARI : Un uomo onesto, lavoratore, un datore di lavoro, un padre, un amico
RE DI SPADE : Un uomo disonesto, vile, violento. Qualcosa di ostile, che si oppone

CAVAL. COPPE : una persona buona, qualcosa di buono, una notizia buona, strada facile
CAVAL. BASTONI : Un uomo misterioso, un intrigo, un imbroglio, clandestinità, amanti
CAVAL. DENARI : Un cammino per lavoro, per soldi, un lavoro in arrivo, molto lavorata
CAVAL. SPADE : Una spia, un traditore, un inganno, maldicenze, malelingue

DONNA COPPE : Una donna anziana, una cosa vecchia, una donna matura, saggia
DONNA BASTONE: Una donna cattiva, infida, maligna, libertina (a malafemmena!)
DONNA DENARI : Una donna lussuosa, amante del lusso , facoltosa, abbondante, ricco
DONNA SPADE : Una donna giovane, acerba, una ragazzina, qualcosa di giovane

SETTE DENARI : Riuscita. La domanda della consultante è soddisfatta. Se chiude il ciclo di cinque carte quello che desidera la consultante avverrà

ASSO COPPE : La casa, l’ufficio, il palazzo, anche la famiglia
ASSO BASTONI : Risposta affermativa, riuscita, la risposta è SI. Affermazione
ASSO DENARI : Problemi economici, di denaro, debiti, multe, cambiali, protesti. Messaggio
ASSO SPADE : Imbrogli, intrighi, truffe, litigi. Pena, complicata, dolorosa.

DUE COPPE : Tavolo, ricevimento, festino, festa, ristorante. Mangiare
DUE BASTONI : Camminare, passeggio fisico, le gambe.
DUE DENARI : Situazione economica disagiata, poco soldi, poco guadagno.
DUE SPADE : Cammino, strada, via, piazza. Che si muove.

TRE COPPE : Lacrime, pianto, tristezza. Rmpianto, rimorso.
TRE BASTONI: (La carta più nefasta!) Morte, rottura , fine, litigio, malattia, chiusura
TRE DENARI : Molti soldi, situazione agiata, buon guadagno, buon affare, vittoria.
TRE SPADE : Tristezza, malinconia, cupo, di malavoglia.


Per praticità, per evitare di scriverli tutti posto questi significati trovati sul web qualche anno fà,che descrivono molto bene i significati delle lame.
Sono sintetici e facilmente comprensibili per chi è alle prime armi.

Mancano le particolarità,il senso lato di ogni carta, gli abbinamenti che a volte fanno diventare una carta che non sembra pertinente alle altre una carta che descrive invece le peculiarità delle altre....
Però scrivere tutto sarebbe veramente un lavoraccio non da poco e non servirebbe a molto. Molte cose si apprendono con la pratica attraverso la "sensitività" di ognuno di noi.


Per qualsiasi chiarimento,io sono quì...
Il metodo a 25 (soprattutto all'inizio) risulta un pò complicato,per cui chiedete senza nessuna remora.

Se volete potete pure postare le stese,provando ad interpretarle.
Vi darò una mano quando vi troverete in dubbio o in difficolta.


Nel frattempo un caro saluto a tutti.
Asia.




















avatar
Asia77

Messaggi : 166
Data d'iscrizione : 05.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il metodo di stesa più antico nella cartomanzia napoletana : METODO A 25 CARTE.

Messaggio  rainbow il Mar 26 Lug 2011, 20:15

Wow che bel post!!!!!
Prendo subito il mio quaderno e scrivo tutto: grazie mille di aver messo a nostra disposizione il tuo tempo ed il tuo sapere con tanta gentilezza!
avatar
rainbow

Messaggi : 220
Data d'iscrizione : 26.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il metodo di stesa più antico nella cartomanzia napoletana : METODO A 25 CARTE.

Messaggio  Ospite il Mar 26 Lug 2011, 21:03

Credimi Asia me lo sono divorato il post!! E finalmente ho capito la differenza fra metodo a 25 e metodo a 26! Anche perchè nel web ti confondono le idee e io per esempio, ero convinta il metodo a 25 fosse un errore in vece di quello a 26.
Così ho imparato direttamente quello con 26 carte unendo al 7 di denari anche quello di coppe (ho notato che invece ci sono persone che usano il 7 di spade e quello di bastoni).
La serpentina è un incubo lasciamelo direXD però hai spiegato tutto davvero molto bene Very Happy
E' chiaro che adesso proverò a usare anche il metodo a 25!!
Avrei però qualche domandina sul metodo a 26... posso postartela qui?

Che poi confermo quello che dici tu riguardo alla sensibilità. Le napoletane quando vogliono si fanno leggere in un niente... spesso ti suggeriscono la risposta perchè è come se alcune carte aggredissero altre o le sostenessero. Cioè ti fanno sentire i sentimenti di chi chiede o per chi si chiede.
Sono fantastiche.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il metodo di stesa più antico nella cartomanzia napoletana : METODO A 25 CARTE.

Messaggio  Asia77 il Mar 26 Lug 2011, 21:24

Cara Brida ,

Il metodo a 25 ,per quella che è la mia conoscenza in merito,è un metodo più antico di quello a 26 carte.
Il metodo a 26 carte è una sorta di evoluzione di quello a 25.

Personalmente , io nel metodo a 26 inserisco il 7 di coppe. Poi sono scelte personali della cartomante quando insigna il mazzo dei significati.
Ci sarà una seconda parte che inserirò come approfondimento del metodo a 25,che credimi non ha niente da invidiare all'altro, che sono le "triplette".
Ossia,invece di comporre per la stesa 5 gruppi da 5,tramite sempre la conta a serpentina si compongo diversi gruppi a tre carte,coinvolgendo sempre tutte le carte o scegliendo di fermarsi prima,in base alla domanda del consultante ed all'esperienza del cartomante.

Ma adesso sarebbe assolutamente fuori luogo farlo.
Prima prendiamo insieme praticità con la conta e con le lame in questo modo che è già abbastanza esauriente. Al momento giusto lo approfondiamo.

Nel frattempo chiedi pure ,se posso aiutarti è solo un piacere farlo.

Ti abbraccio.
Asia.
avatar
Asia77

Messaggi : 166
Data d'iscrizione : 05.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il metodo di stesa più antico nella cartomanzia napoletana : METODO A 25 CARTE.

Messaggio  Ospite il Mer 27 Lug 2011, 19:03

Grazie Asia*_* non vedo l'ora di leggere il resto.
Io credevo che le triplette si facessero solo con il metodo del nome, però non ho mai capito effettivamente come leggerle.
Detto questo ecco le mie domande sul metodo a 26 (ignoravo fosse successivo a quello a 25):

Nel metodo a 26 (almeno come lo ho imparato io eh) so che la carta che esce fuori (cioè quella che rimane per ultima e non si inserisce nel quadrato di 5x5) non centra nulla con la stesa e infatti io la metto da parte senza contarla. Mi è capitato di leggere altrove che invece per alcuni è parte integrante della stesa stessa perchè significa che ciò che rappresenta non è nel destino di chi chiede. Per cui qual'è la verità? Va letta o non letta? E se non va letta, se dovesse uscire la/il consultante o la persona di cui chiede, cosa significa? Che la persona non può chiedere in quel momento oppure che la persona di cui chiede non farà assolutamente parte della sua vita?

Nel metodo a 26 so che il responso è dato dalle 4 carte angolari che vanno lette a coppie (in senso obliquo) più quella centrale. E' effettivamente così? Poi ovviamente si fa il consulto partendo dalle carte personaggio e vedendo cosa hanno intorno a loro.
So che ci sono pure delle accoppiate fisse di cui si deve tener conto come il due di coppe e l'asso di denari per il caso specifico dell'amore perchè rappresentano i cuori della coppia.

Ultima domanda: una cosa che non mi è chiara sono il re e la donna di bastoni che indicano sia eventuali amanti che i figli se ce ne sono. Per cui mi chiedevo, mettiamo che chi chiede il consulto è una donna sposata con figli che ha un maschio e una femmina e chiede della sua situazione sentimentale, come capisco se donna e re di bastoni sono amanti o figli? Io fino ad ora mi sono sempre e sola basata sul mio istinto oltre che sulle carte che ho intorno ma volevo sapere se c'è un modo più preciso e affidabile, oppure se è errore mio. Perchè da come io so donna e re di denari sono consultante e di chi si chiede, donna e re di bastoni amanti o figli, donna e re di coppe amici/parenti mentre il re di spade indica come al solito un legale, giudice, uomo di potere, capo sul lavoro ecc ecc. I pensieri di lei sono la donna di spade mentre quelli di lui il cavallo di denari.
E' errato?

Per ora sono queste le domandine>___< grazie mille per le risposte. Very Happy

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il metodo di stesa più antico nella cartomanzia napoletana : METODO A 25 CARTE.

Messaggio  Asia77 il Gio 28 Lug 2011, 07:26

Cara Brida,

Il metodo a 26 carte è molto più complesso di quello che puoi pensare...

Ad ogni modo andiamo per ordine (da qualche parte si deve pur cominciare Very Happy )!!!

1) Le 26 carte fanno tutte parte della stesa,compresa la 26. Si legge anche quella come qualcosa che non è nel destino della consultante.In un consulto sull'amore ad esempio,se in quella posizione esce il re di denari che è l'uomo amato,come fai ad ignorare la carta?! Non puoi metterla da parte. Vuol dire che quell'uomo non sarà l'uomo del suo destino.Poi la stesa ti spiegherà il perchè...
Se esce l'asso di denari che è il cuore di lui,vuol dire che lei non avrà mai il suo amore,e così via....
Se poi in quella posizione ti esce la consultante, se è un consulto generico,vuol dire che le carte su di lei non hanno niente da dire,non gli è dato sapere. Spesso la situazione può essere in evoluzione o semplicemente non è il momento opportuno per fare la stesa. Il consulto và ripetuto a distanza di qualche giorno.
Se invece la stesa è sulla coppia,vuol dire che la consultante è fuori dalla mente,dal cuore e da tutto ciò che circonda la persona amata. La stesa và letta comunque su di lui per capirne i motivi.


2) Le carte 1-25 e 5-21 (ossia gli angoli) si sono la risposta alla domanda.
La carta centrale invece è importante perchè dalla carta centrale si può capire il perchè della risposta che ti hanno dato le carte angolari. Ti spiega insomma la situazione.
In che modo?
Dalla carta centrale,che è la 13,si fà la conta a serpentina (allo stesso modo del metodo a 25 di cui abbiamo parlato sopra),solo che nel metodo a 26 la conta si fà in senso orario,quindi si conta non verso l'alto ma verso il basso.Dalla conta a serpentina usciranno fuori una serie di 5 carte che dovranno essere lette e che ti "racconteranno" perchè la situazione andrà in quel modo.
Il consulto non parte dalle carte personaggio.
La prima cosa da fare è vedere la posizione del RE CUORI (lui),DONNA DENARI(lei),ASSO CUORI(cuore di lui),DUE COPPE (cuore di lei),CAVALLO DI DENARI (pensiero di lui) DONNA SPADE (pensiero di lei).
Da come sono posizionati già capisci se si amano,se si pensano se è solo attrazione fisica e così via..
Dopo aver fatto questo puoi procedere al resto del consulto,considerando che:
-Le carte (sempre tenendo in considerazione lo schema preso in considerazione sopra) 1,2,3,4,5 e 1,6,11,16,21 ti parlano di quella che è la situazione al momento;
-Le carte 1,7,13,19,25 ti parlano di ciò che si vivrà nel presente;
-Le carte 3,7,11 di quello che succederà a breve.
-Dalle carte PROTAGONISTE devi leggere in orizzontale,verticale ed obbliquo ed in più fare,da ognuna di esse,la conta a serpentino se vuoi indagare a fondo su di LUI,LEI,IL PENSIERO DI LUI,IL PENSIERO DI LEI,I SENTIMENTI DI LUI ED I SENTIMENTI DI LEI.


3) Se la donna di bastoni è accanto al re di denari è sempre un amante.
Se il re di bastoni è accanto alla donna di denari è sempre un amante.
Se invece sono distanti da queste due figure ma rientrano nella stesa in altre posizioni,in base ovviamente alle carte vicine possono indicare i figli.
Per il re di spade,sì,indica un uomo di legge,giudice,ect....ma,cara brida,come ho sempre detto dipende da che carta ha accanto. Es: col 2b+res = problemi con la giustizia ; 3s+res = arresto o ricovero in ospedale ; ad+res = malattia....e così via...


Purtroppo,le napoletane sono tanto precise quanto difficili da interpretare.. E,a questo punto , c'è solo la loro "complicità" ed "intimità col cartomante che può aiutare!!!


Spero di essere stata utile.

Ti abbraccio.
Asia.
avatar
Asia77

Messaggi : 166
Data d'iscrizione : 05.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il metodo di stesa più antico nella cartomanzia napoletana : METODO A 25 CARTE.

Messaggio  marekit il Gio 28 Lug 2011, 08:09

Le 26 sono magiche. Sono un po' come la lampada di aladino, basta chiedere. A volte anticipano la tua domanda. Alre ti rivelano i segreti del consultante. Beh in effetti sono pettegole, ma simpatiche. Sono come le napoletane. Un giorno una addetta ai lavori mi ha spiegato come si fa. Il consultante pone la domanda, tu la giri al tuo spirito guida il quale si rivolge ad in gruppo di spiriti preposti a vedere con le dovute autorizzazioni cosa hanno im animo tutti gli attori chiamati in causa nel consulto. Si dice infatti che più che prevedere il futuro, le 26 ti descrivano le xonseguenze di un presente visto senza veli. Asia che ne pensi? Un abbraccio.

marekit

Messaggi : 3
Data d'iscrizione : 13.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il metodo di stesa più antico nella cartomanzia napoletana : METODO A 25 CARTE.

Messaggio  Asia77 il Gio 28 Lug 2011, 12:27

marekit ha scritto:Le 26 sono magiche. Sono un po' come la lampada di aladino, basta chiedere. A volte anticipano la tua domanda. Alre ti rivelano i segreti del consultante. Beh in effetti sono pettegole, ma simpatiche. Sono come le napoletane. Un giorno una addetta ai lavori mi ha spiegato come si fa. Il consultante pone la domanda, tu la giri al tuo spirito guida il quale si rivolge ad in gruppo di spiriti preposti a vedere con le dovute autorizzazioni cosa hanno im animo tutti gli attori chiamati in causa nel consulto. Si dice infatti che più che prevedere il futuro, le 26 ti descrivano le xonseguenze di un presente visto senza veli. Asia che ne pensi? Un abbraccio.



Ho definito il mio mazzo di carte sempre come "pettegole"... . Ed io ho imparato da una napoletane D.O.C. .. Very Happy !!!!!


Non posso far altro che essere d'accordo caro marekit!!


Un abbraccio.
Asia.






avatar
Asia77

Messaggi : 166
Data d'iscrizione : 05.12.10

Tornare in alto Andare in basso

Aiuto stesa a 25..........!!!!

Messaggio  bridget il Dom 28 Ago 2011, 00:01

Ciao asia,ho letto con molto interesse le tue spiegazioni.
Intanto ho una domanda..
facendo la stesa a 25 tu hai spiegato che si può dare una prima occhiata prima della conta a serpentina. ma a quali significati ci si deve attenere?
A quelli della stesa a 25 o a quelli 'normali'?

Ora ne ho provata una facendo da cavia e non c'ho capito nulla.
Cmq la posto nella sezione aiuto stese..tanto per capire se tu ne cavi qualcosa o se è strana davvero..se vuoi darci un'occhiata te ne sarei grata
un bacio
avatar
bridget

Messaggi : 153
Data d'iscrizione : 09.12.10

Tornare in alto Andare in basso

re

Messaggio  angelica il Ven 30 Set 2011, 12:29

15 che è il punto di partenza conto 9 carte così(10,5,24,19,14,9,4,23 e 18) = 18 prima carta del consulto.

Riparto dalla 18 e devo contare altre nove carte per ottenere la seconda carta utile,quindi dalla 18 arrivo alla 2 in questo modo:

(18,13,8,3,22,17,12,7 e 2) = 2 seconda carta del consulto.

Riparto dalla 2 e devo contare altre nove carte per ottenere la terza carta utile ,quindi dalla 2 arrivo alla 15 in questo modo :

(2,21,16,11,6,1,25,20 e 15) = 15 terza carta del consulto. La terza carta è sempre la consultante/il consultante infatti se ci fate caso abbiamo stabilito all'inizio che la donna di spade (la consultante ) era in posizione 15 nello schema della stesa.

Riparto dalla 15 e devo contare altre nove carte per ottenere la quarta carta utile,quindi dalla 15 arrivo alla 23 in questo modo :

(15,10,5,24,19,14,9,4, e 23) = 23 quarta del consulto.

Riparto dalla 23 e devo contare altre nove carte per ottenere la quinta carta utile,quindi dalla 23 arrivo alla 7 in questo modo:

(23,18,13,8,3,22,17,12 e 7) = 7 quinta carta del consulto.


A questo punto ho formato il primo gruppo di CINQUE carte che devo andare a leggere : 18 , 2 ,15 , 23 , 7.

Devo continuare a contare di nove in nove,partendo sempre dall'ultima carta del gruppo di CINQUE che ho individuato (in questo caso il 7 ) fino a quando non avro ottenuto 5 differenti gruppi di carte,ognuno composto da 5 carte.

Le carte vengono coinvolte tutte e nessuna si ripete mai. Per cui se vi ritrovate con ad esempio il cavallo di bastoni in due gruppi diversi avete sbagliato la conta.

Nell'esempio che vi ho portato,dopo aver finito,con la conta di nove in nove, dovete ottenere questo risultato:

-Prima cinquina di lame = 18 ,2 , 15 , 23 , 7 (che abbiamo appena trovato insieme).
-Seconda cinquina di lame = 20, 4 , 12 ,25 , 9.
-Terza cinquina di lame = 17 , 1 , 14 , 22, 6.
-Quarta cinquina di lame = 19 , 3 , 11 , 24 , 8.
-Quinta cinquina di lame = 16 , 5 , 13 , 21 , 10.
mi spiegate un po che ho provato a fare la prima parte ma la seconda parte nn ho capito un granche

angelica

Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 26.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il metodo di stesa più antico nella cartomanzia napoletana : METODO A 25 CARTE.

Messaggio  Ospite il Gio 03 Nov 2011, 14:52

Grazie per le risposte Asiuccia!!
Una cosa mi domandavo però!
Sempre nella stesa a 26, quando tra i due cuori: asso di denari e asso di coppe esce una figura di coppe come la donna o il re, come la devo intendere?
Cioè donna e re sono sempre familiari o amici intimi... devo dedurre che qualcuno si è messo in mezzo alla coppia? In bene o in male? Oppure devo intendere che Re e Donna sono il modo di vedere l'altro? Per cui se ho un re allora lei vedrà il partner come un uomo rassicurante ecc ecc, lui con la donna invece vedrà lei come una donna amorevole e via dicendo...
Very Happy Vielen dank

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Il metodo di stesa più antico nella cartomanzia napoletana : METODO A 25 CARTE.

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum